Antakarana simbolo reiki

28. 03. 2013 -Antakarana simbolo reiki tag -

 

antakarana

Antakarana simbolo reiki

 



Antakarana Simbolo Reiki Antakarana, è un simbolo molto antico, che conserva una forza misteriosa; possiamo trovare una duplice immagine del simbolo; una è singola, formata da sette simboli identici dell'antakarana rappresentante il numero principale dei chakra, in quanto già sappiamo che i chakra veri sono qualche centinaio. Ma rappresenta anche una numerologia divina, cioè i tre 7, un numero di Dio , che per tre fa 21, un numero che spesso è stato usato per la provvidenza. E' un simbolo usato per purificare l'energia e per accrescerla e nello stesso tempo proteggerla;ha la funzione di arrivare direttamente al 4° chakra. Esso può essere anche usato in forma multipla composto da ben 16 simboli: Può essere utilizzato per sbloccare energie o blocchi energetici anche potenti, ma se ne raccomanda l'utilizzo in modo parsimonioso, e soprattutto in contemporanea con quello singolo, onde evitare sovraeccessi energetici che provocherebbero malori anche pesanti, oltrechè non riuscire a riposarsi. Il simbolo multiplo si ha la raccomandazione o di usarlo da solo, ma per un tempo limitato e solo in certi modi, oppure in modo anche prolungato ma in concomitanza di quello singolo: Se provate ad utilizzare questo simbolo per creare delle griglie reiki, il risultato è straordinario. E' un simbolo che ha origine dai maestri tibetani, i quali hanno potuto tenerlo nascosto per molto tempo sino agli inizi del 1900. L'utilizzo di questo simbolo con la griglia reiki è il seguente: Per prima cosa, dobbiamo capirne il reale valore e la sua potezialità enorme. La cosa fondamentale da fare, per poterlo conoscere e sentire la sua presenza, oltrechè il suo spessore e potenziale energetico, è quello di tracciarlo nella sua totalità già nella figura pre immagazzinata nella mente, facendolo uscire dal 3° occhio. Questo nessuno lo consiglia o lo fa fare in quanto nemmeno loro stessi lo utilizzano in tal modo: E' chiaro che stiamo parlando dei soliti Master fatiscenti, quelli che si improvvisano tali, e si permettono di aprire delle fantomatiche scuole inesistenti. Tornando a noi dobbiamo dire che questo simbolo, che non fa parte del Reiki, è associato ad esso per una serie di parametri, che comprendono l'intento e la parte di plasma che si forma con la forza della volontà e del cuore, associata alla parte energetica. Tale prerogativa unita ai cristalli, ne permette un utilizzo congruo ad un pensiero altruistico di risoluzione di un aspetto negativo che si era creato a fronte di un problema o blocco energetico. Dopo averlo sentito nella sua totalità è possibile farne un utilizzo non improprio ma bansì mirato, in quanto solo la qualità energetica giusta e mirata, può darne il risultato sperato. E' vero che da esso ne sfocia una qualità nergetica di sua specifica natura, ed associata ai cristalli che si imperniano di essa, ne scaturisce un inizio di guarigione; ma se da essa si impartisce la qualità associata al giusto valoro del simbolo, viene naturale e spontaneo l'evolversi di un flusso privo di interferenze personali e pensieri non propriamente adatti allo scopo prefissato. Quindi solo dopo avere sentito, studiato ed assimilato il simbolo nella sua parte interiore, e dopo averne avuto contatto, tale da entrare nel suo punto più interiore della sua cosmicità, allora potremo utilizzarlo nel modo seguente: Nella crazione di una griglia reiki, ma solo nel suo aspetto singolo, in quanto la forza del multiplo andrebbe a disgregare una situazione che tale non dovrebbe essere per un risultato mirato, a meno che il suo utilizzo sia quello di "rompere", un agglomerato energetico, o anche per aspetti di "fattura".

antakarana-griglia-reiki

La griglia reiki va fatta nel seguente modo: Si ua o un piatto di ceramica, o un piatto di rame, che può tranquillamante essere posato sopra un cestino di vimini classico, con una diametro inferiore al piatto stesso, questo vi permetterà di inserirne nel suo involucro o le foto delle persone, o i rispettivi bigliettini con le informazioni dettagliate per indirizzare l'energia dove vorrete ed a chi ne richiedete., Successivamente utilizzerete dei cristali di quarzo ialino biterminati, in un numero non inferiore a 6. Quindi potrà anche essere di otto. A questo va aggiunto il quarzo maestro, che mai deve essere cambiato ed è colui che ha le informazioni per il risultato finale. Ogni cristallo dovrà essere imperniato dei simboli del reiki, e potrete associare ad esso un intento di utilizzo e di guarigione specifico: Dopodichè la griglia sarà quasi pronta. manca solo una priramide di quarzo ialino o anche di quarzo rosa. Non utilizzate mai come abbiamo letto in internet, quarzi mono o biterminati per la parte centrale, in quanto non hanno la direzionalità giusta nel disegno concentrico della griglia reiki e quindi sarebbe inutilizzabile. Non è neanche vero che il cristallo maestro deve essere più lungo "mah!!!". La cosa importante invece da fare è tenere il cristallo maestro a lato della griglia rivolto verso il senso alto su cui si installa la griglia: Essa non deve mai essere toccata da nessuno, neanche da un animale; se ciò dovesse accadere la griglia deve essere rifatta totalmente, partendo dalla purificazione dei cristalli in sale per una notte, per poi lasciarli una 15 di minuti sotto l'acqua corrente fredda per poi caricarli con i simboli un'altra volta. Ogni cristallo toccato da altri può persino rompersi; l'energia negativa può determinare la fine di un cristallo. Per quanta riguarda poi il fatto di ricaricarla, anche in questo caso di bestialità in giro, se ne vedono parecchie. Non è vero che la griglia va caricata tutti i giorni,in quanto se l'energia di ricarica la fate come deve essere fatta, può durare una settimana, ed anche oltre. Il tempo di funzionamento deve essere impartito con la mente e se io desidero farla diventare attiva per 10 giorni, non ci sono problemi. Ma è altresì importante ricaricarla, non per un oggettivo bisogno innaturale di energia, in quanto la stessa griglia ne acquisisce dal cosmo stesso, ma per il fatto che l'intento deve essere rinnovato con la stessa forza iniziale, e quindi se volete dedicarvi un minuto al giorno va bene, altrimenti lo potrete fare tranquillamente 1 volta a settimana. In più vi diciamo che la stessa griglia reiki può essere ricaricata a distanza....quindi...non proccupatevi delle stupidate che ci sono in giro. per coloro che hanno dubbi su come costruirla o sul suo utilizzo, possono scriverci e per quanto possibile, visto la grande quantità di e-mail giornaliere, vi faremo rispondere dalla nostra web master inforeiki. Una informazione invece importante sul caricamento della griglia che deve avvenire in parte con le mani su di essa, in parte con il cristallo maestro che deve andare in senso antioraio, dal diametro esterno sino al centro per poi risalire alla zona periferica per poi andare sempre sul lato esterno al primo cristallo in senso antiorario. Sentirete ad ogni passaggio, la forza energetica che aumenterà a vista d'occhio e potrete così capire che la vostra griglia reiki.....funzionerà a meraviglia. La raccomandazione è di non andare in senso orario in quanto l'energia ha una sola dirazionalità nel momento in cui la riceve, quindi se voi la caricate nel senso antiorario, ritornerà nel senso orario e quindi nel tempo che deve venire, non in quello passato.....e magari oltre il tempo in cui si era formato il problema; questo per farvi capire che la griglia ha parecchie varianti anche temporali, e se uno non la sa usare nel modo più appropriato, si rischia di non ottenere nulla, in quanto anche il problema sull'effetto temporale ha un significato. Quindi ricordatevi: caricata in senso oraio, va indietro nel tempo caricata in senso orario affronta il problema da oggi in avanti. Abbiamo letto in vari siti che si consiglia di utilizzarle in entrambi i sensi.....si è vero ma dovete spiegare quando lo potete fare... altrimenti è un errore madornale. Ci chiediamo: perchè ci sono in giro master che non sanno praticamente nulla, ed aprono siti consigliando i lettori che pensano di leggere cose appropriate ed invece imparano delle grandi fesserie? sarebbe ora di far luce e sgombrare il Werb da tutti questi incompetenti. Noi li conosciamo e possiamo dire che sono tutti ai primi posti del Web, soprattutto di Google, e questo ci scandalizza, ma nello stesso tempo per un vero codice etico non possiamo dire i nomi, ma speriamo che i nostri lettori, possano documentarsi in più direzioni per poterne verificafre la provenienza e la veridicità, e smascherare questi incompetenti.